Home » RDC: Storia e Cultura » Alcuni grandi nomi della rumba congolese

Alcuni grandi nomi della rumba congolese

Nakozonga (ritornerò): la promessa di chi emmigra e lascia i propri cari...

Koffi Olomide

Il “Julio Iglesias” congolese, uno dei più importanti cantanti africani dell’epoca moderna. Poeta e romantico, è affettuosamente chiamato “riparatore dei cuori spezzati” dalle delusioni d’amore

 

Jean Goubal

 

Talentuoso cantante e musicista congolese, è noto per essere la voce dei più deboli. Malgrado le difficoltà nell’ambito politico del paese, Goubal non esita a denunciare certe azioni della malagestione dello stato e i problemi della società come, ad esempio, l'utilizzo di bambini negli eserciti (ribelli e non) in Africa.

 

Lokua Kanza,

 

Straordinario cantante congolese della diaspora. Una musica autentica e ispirata che tocca tutti i temi della società umana. Scavando nel profondo delle sue origini bantù, usa la voce, potente, elettrizzante e trascinante per trasmettere forti sensazioni a chiunque lo ascolti. "Nakozonga", una delle ultime perle del suo repertorio. 

 

 

Papa Wemba

Grande cantante appartenente a quella che alcuni esperti chiamano “terza generazione della musica congolese”. Presidente del gruppo “Viva La Musica”, Papa Wemba (così soprannominato perché, come ama ricordare, risiede al trono del villaggio Molokai) è popolare sia in patria che fuori dai suoi confini. Aver lavorato con Peter Gabriel nell’album “Emotion” (1995), ha contribuito non poco alla sua carriera internazionale.

 

JB Mpiana & Werrason

 

Sono considerati come i due “Leaders” della quarta generazione della musica congolese. Inizialmente membri del famoso gruppo “Wenge Musica Tout Terrain”, si separarono nel 1999, creando ciascuno una band con parte dei vecchi colleghi. JB Mpiana creò Wenge Musica BCBG (Bon Chic Bon Genre), con Werranson invece nacque WMMM (Wenge Musica Maison Mère). La loro generazione è conosciuta per aver apportato un ritmo piuttosto animato alla canzone congolese, suoni che mandano in pista anche i più timidi e contrari al ballo.

 

Kaysha

 

È un cantante e rapper della Repubblica Democratica del Congo.

Si occupa prevalentemente di rap e musica afro-caraibica, ma il suo stile è definito un mix di kizomba, rumba, zouglou, zouk, calypso, R'n'B e hip-hop. Iniziò come compositore dilettante e divenne famoso dopo aver vinto un concorso di bellezza.

 

Tshala Muana

 

Elizabeth Tshala Muana Muidikay, conosciuta con il diminutivo di Tshala Muana, la regina del mutwashi (danza folklorica del popolo luba), è una cantante della Repubblica Democratica del Congo. Canta in tchiluba, una delle quattro lingue nazionali, sfruttando positivamente la cultura tradizionale delle sue origini. Debutta come danzatrice per il gruppo Tsheke Tsheke Love nel 1977, nel 1982 inizia la carriera di cantante pubblicando in tutto 13 album. In questo filmato, l'esibizione di un gruppo tradizionale "luba"

 

Luambo Makiadi Franco

 

François Luambo Makiadi, conosciuto da tutti come Franco – con l’accento sulla “o” – è una delle figure più rappresentative e amate del panorama musicale dell’intero continente africano, al pari di giganti come Miriam Makeba, Manu Dibango e Fela Kuti. E se all’orecchio degli ascoltatori euro-americani la sua musica suona meno comprensibile, è probabilmente per le stesse ragioni per cui è invece accolta con più entusiasmo dagli africani, senza distinzione di etnia, lingua o paese d’origine. La rumba dei TPOK Jazz veniva suonata, trasmessa dalle radio e ballata ovunque ci fosse un pubblico africano, ed è soprattutto grazie a Franco che oggi il soukous è il primo tra le musiche da ballo dell’Africa intera. E’ una ragione più che sufficiente per imparare a conoscerlo e ad apprezzarlo.

 

Zaiko Langa Langa

 

Zaïko Langa Langa è fra i maggiori interpreti e innovatori del genere musicale soukous (rumba congolese). Fondato nei primi anni settanta da Papa Wemba, è stato attivo fino agli anni 2000. Nelle file di Zaïko Langa Langa hanno militato molti popolari artisti congolesi fra i quali, Bozi Boziana, Dindo Yogo, Evoloko Jocker e N'Yoka Longo. Molte altre formazioni congolesi sono nate per scissione di questo orchestra, fra queste si possono citare Isifi Lokole, Yoka Lokole, Viva La Musica, Langa Langa Stars, Zaïko Langa Langa Familia Dei, Choc Stars e Anti-Choc. Nel 2000 Zaiko è stato premiato come "miglior gruppo musicale congolese del secolo" dalla “Congolese Media Association”.”

Il nome "Zaïko" è  un’abbreviazione della frase in lingua lingala “Zaire ya bankoko”, letteralmente "Zaire dei nostri antenati". In questo caso, "Zaire" è un riferimento al fiume omonimo, oggi noto come fiume Congo. "Langa Langa" significa invece "i meravigliosi" o "gli onnipotenti".

 

Abeti Masikini

 

Elisabeth Finant, conosciuta con il nome Abeti Masikini, fu una famosa cantante congolese nata il 9.11.1954 in una famiglia benestante. Suo padre, un meticcio belgo-congolese, le trasmise presto la passione per la musica. Grazie ad una voce potente e limpida, malgrado la giovanissima età, fu ammessa nel coro della chiesa catolica del suo quartiere di Kinshasa.

La carriera da musicista professionista di questa grande artista si avviò nel 1971 quando incontrò il manager togolese Gérard Akweson a Kinshasa. Abeti fu una delle grandi dive del soukous, in particolare, e della musica africana, in generale.

 

Mpongo Love

 

Il suo vero nome è Aimee M'Pongo Landu (1956 - 1990). Mpongo fu la cantante del popolo per eccellenza. La sua è una musica senza tabù, canta la vita delle donne africane con particolare riferimento alla poligamia, al divorzio, ecc ... Grazie ad una voce angelica ed inconfondibile, conquistò il pubblico congolese ed africano nel corso degli anni '70. Una grande diva della musica congolese

 

Ray Lema

 

Nato nel 1946, Ray Lema è un musicista molto rispettato nell’ambito musicale congolese.

Chitarrista, pianista, cantautore, ha lavorato con alcuni grandi artisti congolesi come Lokua Kanza, Abeti Masikini. Grazie al grande talento, fu ammesso nel grande Balletto Nazionale dello Zaire, come si diceva allora, e nel 1979 è stato invitato negli Stati Uniti da parte della Fondazione Rockefeller. Nel 1989 firmò il successo internazionale con la Island Records.

 

Mbilia Bel

 

Nata nel 1959 e cresciuta nella Repubblica Democratica del Congo, Mbilia Bel ha avuto successo nei primi anni 80 collaborando con Tabu Ley Rochereau, suo ex marito. La nascita del primo figlio la costrinse ad una pausa assai lunga. Dopo l’ultimo album con Tabu Ley, si trasferì a Parigi dove iniziò una grande collaborazione con Rigo Star, talentuoso chitarrista congolese. Tra il 1989 e il 1990 andò in tour per gli Stati Uniti, il Regno Unito e l’Africa Occidentale. Grazie alla combinazione di bellezza, di una voce angelica soprano e di una incredibile agilità sul palco, Mbilia Bel si conquistò gran parte del pubblico di tutta l’Africa.

 

 

Nathalie Makoma

 

Nathalie Makoma è nata in Congo ma la sua seconda patria è l’Olanda, paese che ha accolto lei e la sua famiglia come rifugiati politici. Questa doppia nazionalità le ha permesso di farsi conoscere in due mondi diversissimi. In Africa è una apprezzatissima cantante gospel mentre in Olanda ha scelto di lanciarsi nel pop, partecipando alla quarta edizione della famosa competizione dei paesi bassi “Idol”. Fu eletta seconda vincitrice dopo Nikki, alla grande sorpresa del pubblico che invece avrebbe preferito le performance della ragazza congo-olandese. Nathalie e i suoi fratelli (3 fratelli e 2 sorelle: Annie Makoma, Pengani Makoma, Tutala Makoma, Duma Makoma, Martin Makoma), cantano in lingala e in inglese. Nel 2002, il loro gruppo ha vinto il “Best African Music Group” a "Kora African Music Awards", in Sudafrica.

 

Fally Ipupa

 

È uno dei “leaders” della quinta generazione della musica congolese. Dopo aver lavorato per circa dieci anni accanto a Koffi Olomidé, Fally decise di dare via ad una carriera da solista. Il suo primo album “Droit chemin” fu un successo mondiale, consentendogli vari titoli in Africa, nei Carabi, in America e in Francia. L’ultima opera di Fally, il secondo, s’intitola “Arsenal des belles mélodies”.

Pepe Kallé

 

Kabasele Yampanya, meglio noto come Pepe Kalle (Kinshasa, 30 novembre 1951 – 28 novembre 1998), è stato un cantante della Repubblica Democratica del Congo. Acquisì lo pseudonimo di "Pepe Kalle" in onore di Grand Kalle, nella cui orchestra Pepe militò diversi anni. Cantante e front man di grande talento, Pepe Kalle fu soprannominato "l'elefante della musica africana" e "la bomba atomica" con riferimento al suo fisico mastodontico (era alto 1,90 m e pesava oltre 130 kg). Nella sua lunga carriera incise circa 20 album e 300 canzoni.