Home » La storia

La storia

Chi è Issiya Longo

Chi è Issiya Longo - Issiya Longo

nato a Kinshasa nel 1973 da padre e madre congolesi, cresce con i genitori e i fratelli in varie città della Repubblica Democratica del Congo seguendo gli spostamenti lavorativi del padre. Iniziati gli studi di Medicina all’Università statale di Kisangani, scoppia la guerra civile e approda in Europa, a Milano, dove si stabilisce e si diploma in Grafica Pubblicitaria presso l’Istituto Superiore di Comunicazione. Vive ora nella provincia di Vicenza.
Nel 2009 ha pubblicato il suo primo libro "Dal Congo in Italia come in un sogno", testo autobiografico edito dalla casa editrice sarda "La Riflessione" e reperibile nelle varie librerie online. Non si è fermato qui ma ha deciso di portare avanti la passione per la scrittura; per tale scopo, un grosso progetto è in atto, un argomento, DESTINI, che conterrà diversi titoli di cui l'uscita del primo è previsto verso la fine dell'anno in corso.

In questi tredici anni di permanenza stabile in Italia, Issiya ritiene di aver capito che i due popoli, africano ed europeo, abbiano ancora tante storie da raccontarsi, tante esperienze e tanti insegnamenti da condividere. Farsi conoscere meglio gli uni agli altri, pensa, dovrebbe essere la missione di tutti, soprattutto in un’epoca, quella nostra, dove gli uomini tendono più a dividersi che a unirsi. È proprio da tali problematiche che prende piede la sua iniziativa, il suo sforzo per un mondo dove i popoli saranno finalmente informati sulle loro diversità, e capaci di giudicare in piena coscienza e conoscenza. Con questa spinta, Issiya tenta di dare il proprio contributo servendosi di storie legate alle sue origini, un apporto piccolo, ma, significativo nell’ambito dell’intercultura.


L'infanzia e la gioventù

Originario della regione dell’Equatore nel Nord-Ovest del Congo, Issiya Longo nacque il 17 Aprile 1973 a Kinshasa, la capitale, dove rimase solo per pochi anni. Trascorse la prima infanzia tra Kinshasa e Boende, suo villaggio di origine per poi stabilirsi a Bukavu con la sua famiglia, città dove visse altri 7 anni e frequentò il liceo classico presso il collegio dei padri gesuiti, l’Istituto Alfajiri. La formazione proseguì a Kisangani presso l’Università statale della città, iscrivendosi alla facoltà di Medicina, studi frequentati per un solo anno prima di volare in Italia, fuggendo dalla guerra civile del 1996.
(Rif. al libro: Dal Congo in Italia come in un sogno).

L'Europa e l'Italia

Nel mese di marzo dell’anno 1997 si coronò il sogno europeo, aiutato da due preti italiani, Padre Vincenzo Barbieri e Padre Giovanni Pross. Il primo è presidente e rappresentante legale della Coopi (Cooperazione Internazionale), una delle più importanti Ong italiane impegnate in varie missioni di pace nel mondo. Il secondo, un coraggioso missionario bolognese, è da anni residente a Kisangani dove promuove una grande opera di solidarietà grazie alla sua fondazione “Maison Saint Laurent”. Entrambi i sacerdoti furono fondamentali nella salvezza del giovane Issiya dalla guerra civile, la ribellione di Kabila verso la fine del 1996. Iscritto alla facoltà di Economia e commercio presso l’Università statale di Milano, frequentò un solo anno accademico (1997 – 1998). Dal 1998 al 2000 fu iscritto all’Istituto Superiore di Comunicazione (ISC) di Milano, diplomandosi come grafico pubblicitario.
Ora vive nella provincia di Vicenza dove ha creato famiglia; qui lavora e porta avanti le sue battaglie per l’intercultura e la passione per la scrittura.
(Rif. al libro: Dal Congo in Italia come in un sogno).